Varalto (Salvatore Varrucciu)

varalto 3 var 1

Membro dell’Accademia “Gentium Pro Pace” di Roma dal 1975. La sua operatività si è manifestata pubblicamente a Roma con una mostra personale di pittura durante lo stesso anno con conseguenti alternanze di mostre personali e collettive differenziate in ambienti e città (Venezia, Milano, Porto Cervo, Pistoia etc.). La più recente di scultura è del 2006 “Le dee dello Zodiaco”; 12 opere in bronzo esposte ad Olbia nelle sale dell’Aeroporto Generale.
Varalto è l’inventore della fusione a “canna persa”, con creazioni in bronzo, argento e altri metalli pregiati. ­­­­­­Sue opere si trovano in collezioni pubbliche e private in Italia, nel resto d’Europa e a Tokio. Nel 1979 è stato redazionalmente inserito sul catalogo nazionale “Scultura 2”del Bolaffi. Annovera, tra le sue opere pubbliche, la fontana della “Trivenere”in pietra e bronzo del­ 1990, in Olbia piazza Mateotti. È attualmente impegnato al completamento del “Villaggio Centro Artistico Varalto” in località Cugnana in Costa Smeralda, curandone la progettazione e la costruzione. In esso risiede ed opera.

var 2 var 6