Narcisa Monni

NARCISA MONNI 1

Lo stereotipo e la manipolazione sono gli elementi cardine di questa operazione, il corpo è utilizzato contemporaneamente con finalità auto-espressive e auto-alteranti. È’ contemporaneamente se stessa e l’immagine mediale sulla quale il pubblico ha diritto di azione e manipolazione.
È evidente che nelle operazioni artistiche di Narcisa Monni l’azione esercitata dal pubblico sull’opera risulta uno degli elementi imprescindibili dell’opera stessa. Le basi del suo operare risiedono, da una parte, nella cultura mass mediale e ludica, dall’altra, nella sfera del prosaico e del quotidiano come atto estremo, come ciò che non attrae attenzione né scopo, in cui l’oggetto artistico è estremamente banale, che fa parte dell’esperienza di tutti e, soprattutto, nella trasformazione del corpo agente in cosa agita. Il corpo è dell’artista, l’azione è del pubblico.
In un mondo di cose Narcisa scambia se stessa e costruisce una sua identità artificializzata proveniente dall’immaginario mediale.

NARCISA MONNI 2